Blefaroplastica: che cos’è?

Blefaroplastica: che cos’è?

La blefaroplastica (o blefarocalasi) è l’intervento che permette di eliminare la pelle in eccesso delle palpebre insieme alle ernie di grasso che costituiscono le borse palpebrali.
In casi particolari, questo intervento può avere una valenza funzionale e non solo estetica.

Quando l’intervento di blefaroplastica è particolarmente consigliato? Possiamo ricordare anzitutto i seguenti casi:

  • Borse agli occhi, dovute ad accumulo adiposo periorbitale
  • Occhi cadenti, forma cadente delle palpebre, che conferisce uno sguardo triste e stanco
  • Eccesso cutaneo sopra gli occhi che copre la piega palpebrale
  • Occhiaie e depressione cutanea periorbitale
  • Zampe di gallina e rilassamento cutaneo
  • Rigonfiamenti palpebrali che spesso sono causa di piccoli e fastidiosi disturbi, come arrossamenti, lacrimazione o restringimento del campo visivo.

La blefaroplastica superiore  consiste nell’asportazione dell’eccesso di pelle e nella rimozione delle borse di grasso che si trovano nella regione palpebrale superiore. Spesso durante una blefaroplastica superiore viene riposizionata anche la ghiandola lacrimale, spesso dislocata e cadente. Questo intervento può essere eseguito in day hospital, sia in anestesia locale sia in anestesia generale, e ha una durata di circa 30 minuti. Poco prima viene eseguito un accurato disegno preparatorio che è una guida fondamentale per il chirurgo durante l’operazione alle palpebre. L’intervento di blefaroplastica superiore termina con dei sottilissimi punti che vengono rimossi dopo 3-4 giorni dall’intervento e con una cicatrice praticamente invisibile che si localizza nella piega palpebrale superiore.

La blefaroplastica inferiore è un intervento un po’ più complesso e anch’esso può essere eseguito in day hospital, in anestesia locale oppure in anestesia generale.
Nella blefaroplastica inferiore è praticata un’incisione nel bordo sotto ciliare della palpebra inferiore cadente, attraverso la quale vengono rimodellate le tre borse di grasso che sono localizzate in questa regione e l’eccesso di cute e di muscolo che possono contribuire a determinare un difetto estetico che necessita di correzione.

In alcuni casi non è indispensabile la rimozione delle borse adipose, ma è sufficiente un riposizionamento e il loro utilizzo può essere necessario per la correzione del cosiddetto solco naso giugale. Anche l’intervento di blefaroplastica inferiore comporta l’esito di una piccolissima cicatrice, però praticamente invisibile, e questo tipo di intervento è assolutamente indolore.
La ripresa della normalità in questo caso è lievemente più lunga e necessitano circa due settimane per ritornare alla consueta attività lavorativa e sociale.

editor

Related Posts

Centro di fisioterapia a Verona, ecco a chi rivolgersi

Centro di fisioterapia a Verona, ecco a chi rivolgersi

I grandi benefici dell’osteopatia per ritrovare un equilibrio

I grandi benefici dell’osteopatia per ritrovare un equilibrio

Otorino Ostia: a chi rivolgersi?

Otorino Ostia: a chi rivolgersi?

Ipertiroidismo gatto: a quale clinica rivolgersi?

Ipertiroidismo gatto: a quale clinica rivolgersi?

Categorie

Note legali

Questo sito non costituisce testata giornalistica e non ha carattere periodico essendo aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari; marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e società citati possono essere marchi di proprietà dei rispettivi titolari o marchi registrati d’altre società e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti. Questo sito utilizza solo cookie tecnici, in totale rispetto della normativa europea. Maggiori dettagli alla pagina: PRIVACY